Vai a sottomenu e altri contenuti

Rassegna Stampa

La Nuova Sardegna del 24 gennaio 2013

Belvì apre le sue porte ai Paesi europei

Il comune di Belvì apre le porte all'Europa. È stato approvato il progetto europeo presentato dal municipio barbaricino, in qualità di ente capofila, all'Agenzia nazionale per i giovani

Il comune di Belvì apre le porte all'Europa. È stato approvato il progetto europeo presentato dal municipio barbaricino, in qualità di ente capofila, all'Agenzia nazionale per i giovani, nell'ambito del Programma europeo Gioventù in azione. Il progetto prevede la realizzazione di uno scambio multilaterale tra vari paesi europei che si terrà a Belvì nel mese di maggio. Questo successo arriva dopo il gemellaggio culturale con il comune di Birgu, la cosiddetta città vittoriosa di Malta. Al progetto parteciperanno ragazzi con un'età compresa tra i 18 e i 25 anni, provenienti da Romania, Turchia, Grecia, Malta e Italia. «Il nome del progetto - spiega il sindaco Rinaldo Arangino ''Open the door'' è legato ai suoi tre obiettivi specifici, che sono: la promozione di attività sportive all'aperto e di uno stile di vita salutare, responsabile ed ecosostenibile, lo sviluppo di una cittadinanza attiva nella costruzione della società e dell'Europa e garantire la maggiore apertura dei giovani al confronto, l'inclusione ed il rifiuto di qualsiasi discriminazione».

La notizia è arrivata in comune proprio mentre è in fase di attuazione un altro progetto europeo approvato dalla Commissione europea, legato al rafforzamento del legame con Birgu. Nel 2013, inoltre, il comune di Belvì parteciperà, in qualità di promotore di invio, ad altri progetti che sono già stati approvati dalle agenzie nazionali dei rispettivi enti capofila.

«Il nostro obiettivo - prosegue il sindaco - è quello di assicurare uno scambio giovanile in Turchia, incentrato sul tema dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile. In Croazia, tramite la Consulta giovanile, si cercherà di promuovere un incontro incentrato sul tema dei giovani in Europa. Il fine poi - conclude il primo cittadino - sarà un' attività legata al servizio volontario europeo di breve termine in Turchia sul tema dello sport ed uno in Romania sul tema dell'archeologia sperimentale». Le selezioni dei giovani che parteciperanno ai progetti che saranno realizzati all'estero e allo scambio giovanile che avrà luogo a Belvì, avranno inizio nei prossimi giorni.

Labarbagia.net del 26/04/2013

Porte aperte a Belvì per 35 giovani provenienti da Malta, Grecia, Romania, Turchia e Italia

[

Belvì. Grazie all'approvazione di un progetto presentato dal Comune di Belvì in qualità di capofila all'Agenzia Nazionale per i Giovani, nell'ambito del Programma Europeo ''Gioventù in azione (azione 1.1. Scambi giovanili), il piccolo centro di Belvì dal 4 all'11 maggio 2013 avrà il piacere di ospitare 35 ragazzi provenienti da Grecia, Romania, Turchia, Malta e Italia. Gli obiettivi specifici del progetto, strettamente legati al suo nome (Open the door -Apri la porta), sono: 1)la promozione di attività sportive all'aperto, con conseguente riduzione dell'utilizzo di TV e social network, e l'adozione di comportamenti salutari; 2)lo sviluppo di una cittadinanza attiva e la partecipazione dei giovani ai processi decisionali;
3)l'apertura da parte dei giovani alla diversità ed il rifiuto di qualsiasi discriminazione; Il progetto prevede, tra il 4 e l'11 maggio 2013, la realizzazione di seminari, laboratori, brainstorming, proiezioni di documentari, forum di discussione; serate multiculturali e attività sportive all'aria aperta (mountain bike, parco avventura e trekking). Di grande interesse sarà, in particolare la celebrazione della Festa dell'Europa, il 9 maggio, per ricordare la Dichiarazione di Shuman, pronunciata 53 anni fa e considerata il primo discorso ufficiale in cui compare il concetto di Europa. In tale occasione l'anfiteatro comunale diventerà la sede del Parlamento Europeo, dove i giovani partecipanti, nei panni
degli eurodeputati, si confronteranno su temi di grande attualità, come l'immigrazione, l'ambiente ed il turismo attivo. Open The door è il secondo progetto che il Comune di Belvì porta avanti da capofila. Lo scorso dicembre nell'ambito del Programma Europeo ''Europa per i cittadini''(azione 1.1), era stato organizzato un gemellaggio con l'antica capitale
marittima di Malta: Birgu (o Vittoriosa). Altri progetti, già approvati -alcuni implementati- ai quali il Comune di Belvì partecipa in qualità di partner sono: -un progetto SVE (Servizio Volontario Europeo ) in Svizzera; -un progetto SVE in Romania;

-un progetto SVE in Turchia;
-uno scambio giovanile a Malta:
-due scambi giovanili in Turchia;
-due iniziative giovanili in Croazia.
Si attendono ancora gli esiti di altri progetti in Romania, Cipro, Spagna e Turchia.

L'Unione sarda del 09/05/2013

Belvì guarda all'Europa
Un centro di riferimento per i progetti di interscambio riservati ai giovani

Belvì si propone come centro di riferimento per tutta la Sardegna con l'obiettivo di avvicinare i giovani all'Europa e coinvolgerli in progetti di crescita e formazione. Il Comune promuove ogni anno diverse iniziative, con il chiaro proposito di rinforzare gli scambi e abbattere le barriere, spezzando l'isolamento delle zone interne e il resto del mondo. L'amministrazione, guidata dal sindaco Rinaldo Arangino, ha istituito un ufficio dedicato alla cooperazione internazionale. È di questi giorni la notizia che un giovane di Quartu, attraverso la struttura attivata a Belvì, potrà partecipare al progetto di servizio volontario europeo che rientra nel programma Gioventù in azione, con durata di sette mesi in un Ecovillaggio svizzero. «Ci stiamo impegnando per offrire il maggior numero di opportunità ai nostri ragazzi -commenta Arangino -. Con il progetto Open the door , in programma a Belvì dal 4 al 9 maggio, daremo occasione a 30 giovani, tra i 28 e 30 anni, provenienti da cinque diversi Paesi, di confrontarsi e crescere insieme».
Tutto è pronto anche per dar vita al progetto Permaculture project ecovillage schloss Glarisegg , che prevede attività di analisi e progettazione finalizzate a rendere l'ecovillaggio sempre più sostenibile. L'idea che lo accompagna si concentra sulla pianificazione e la messa a punto di un orto-giardino gestito col metodo della permacultura. Tre ragazzi, invece, provenienti da Belvì, Lodine ed Elmas, avranno l'opportunità di svolgere il Servizio volontario Europeo in Romania, nell'ambito di un progetto di archeologia sperimentale promosso dall'associazione Villa Wellmer, e in Turchia per supportare il Comune di Alanya nella realizzazione di un Triathlon internazionale. «Attraverso le iniziative che aprono le porte all'Europa - conclude Rinaldo Arangino - siamo certi di offrire un futuro a tutti quei giovani che hanno voglia di crescere mettendosi in gioco».


Sito di Birgu Local Council -Notizia del 26 marzo 2013

Advanced Preliminary Visit in connection with
''Open the Door'' project

Between the 24th and 25th March, 2013, in Belvi in Sardinia, Italy, an Advanced Preliminary Meeting was held for the five group leaders who will be leading the young people participating in the project ''Open The Door'' which will be held in Belvì between the 4th and 11th of May, 2013.
For this preparatory meeting attended Ms Claudia Sedda, said project coordinator and youth leader of Belvi, Italy, Ms Moira Azzopardi, employee of the Birgu Local Council responsible for the project and youth group leader of Birgu, Malta, Mr Mattei Frtl, group leader for the youths of Soars, Romania, Mr Yunus Emre Memmi, youth leader from Istanbul, Turkey and Ms Anna Papakostantinou, representant group leader for participants from Thessaloniki, Greece.
During these two days the program of activities that will be organised during the project was discussed in detail, where high priority was given to the importance of achieving the purpose of the project, which aims to promote active youth participation to make them feel that they are an integral part of Europe. This objective can be achieved not only by meetings and discussions but also through sport activities that will be prepared for them.
At the end of the project the young participants should have more knowledge about different subjects and should be more open to diversity and more aware that they are European citizens.

Sito di Birgu Local Council -Notizia del 12 maggio 2013

OPEN THE DOOR'' - youth project under the Youth in Action program held in Belvi in Sardinia, Italy between 4 and 11 May, 2013
On Saturday 4 May, 2013, six youths from Birgu, Svetlana Doublet, Marta Mifsud, Maria Chiara Montesin, Lydon Fenech, Adrian Saliba and Johann Spagnol accompanied by Moira Azzopardi, group leader and clerk with the Birgu Local Council responsible for this project, left for the village of Belvi in Sardinia, Italy to participate in the project ''Open-the-Door'' under the Youth in Action program co-financed by the European Union.
Upon their arrival at the airport of Cagliari they met with the other youth participants from Turkey, Greece and Romania where together they left for Belvi. Upon their arrival they were given a great welcome, who in turn young people of Birgu immediately integrated with everyone especially with the Belviese.
During the week between 4 and 11 May several sports activities were held among which also an excursion to Mount Pitz'e Pranu. Some opted to reach the top on foot while others went up by bike. On the top there was an adventure park where young people passed long hours climbing and hanging with tracks that were prepared.
Another day was dedicated to culture where they visited two historical sites. The first visit was to the site of Nolza Nuraghe in Meana Sarda. The nuraghe is megalithic construction found only in Sardinia, built within the era Nuragica between 1900-730 BC. These buildings are the symbol of Sardinia and the culture of this island. From there they continued on to the town of Cabras in the province of Oristano where they visited the archaeological site of Tharros, a city dating back to the Phoenician period which also was later inhabited by the Romans. This is a wonderful site and one of the most important of Sardinia and located on the coast of the peninsula of Sinis. Afterwards, everyone had the opportunity to relax a little near the sea where there was well worth taking the first swim.
On Thursday 9 May, which was also Europe Day a simulation of a European Parliament was organized. Several motions were discussed including illegal immigration and homophobia. The session was interesting and entertaining at the same time. Later in the evening a multicultural dinner was held where traditional food and drink was offered by the participating countries. During this evening traditional dances where danced where even the young Vittoriosans danced traditional dance in costume where they entertained all those present.
On the last day were organized traditional games that were shown to the youths by the elderly of the locality of Belvi. Young people of Birgu fully participated during this event.
When time came to leave almost everyone shed a tear. The friendship that grew between all participants and especially between those Belvjese and Vittoriosan youngsters is a big one. All stated their desire to return to this wonderful location with people of great heart.
At last but not least it should be said that this project was organized properly and gave the desired results. In this regard, we must thank Ms Claudia Sedda coordinator of this project as well as the Local Council of Belvi especially the Mayor, Mr. Rinaldo Arangino and Vice Mayor, Mr. Sebastiano Casula for the opportunity they gave to our young people.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto