Vai a sottomenu e altri contenuti

Rassegna Stampa

www.rassegnanuoro.it
Rassegna del 13/12/2012

BELVÌ. «Porte aperte ai maltesi»

A dicembre sarà in paese una delegazione del Comune di Birgu

Gemellaggio, il sindaco chiama i cittadini all'ospitalità

Cercasi famiglie per ospitare amici maltesi. L'appello ai compaesani è lanciato dal sindaco di Belvì Rinaldo Arangino. Dall'11 al 17 dicembre prossimi, una delegazione proveniente dal Comune di Birgu dell'isola di Malta sarà ospitata a Belvì, nell'ambito un progetto presentato dall'amministrazione comunale, nell'ambito del Programma Europa per i Cittadini e approvato dalla Commissione Europea. Respirerà la nostra aria e parteciperà una serie di attività incentrate su vari temi (sviluppo sostenibile, integrazione di immigrati, turismo culturale). Il gemellaggio è strumento utile a favorire le relazioni istituzionali, commerciali e culturali tra città di stati diversi, e rappresenta un'esperienza di incontro, conoscenza, dialogo e condivisione della propria storia e del proprio futuro.
Ne è convinto il primo cittadino che insieme al suo esecutivo da qualche tempo ha proiettato il piccolo centro verso gli scambi con altre realtà. Per questo Rinaldo Arangino ha scritto una lettera alle famiglie di Belvì: «Il gemellaggio con il paese di Birgu - si legge nella lettera - sarà per tutti noi un momento di confronto, scambio di idee e crescita personale e culturale. Affinché il gemellaggio sia un'immersione totale nella nostra cultura e le nostre tradizioni, riteniamo opportuno - scrive il sindaco - che i cittadini maltesi vengano ospitati all'interno delle famiglie di Belvì. Chiunque sia interessato ad ospitare per sei giorni un partecipante maltese e partecipare alle attività, è pregato di recarsi in Comune per ritirare, compilare e consegnare il modulo di manifestazione di interesse». Per maggiori informazioni è possibile contattare la funzionaria Claudia Sedda 0784.628270 e-mail:claudia.sedda@comune.belvi.nu.it.
Salvatora Mulas

http://www.labarbagia.net

29/11/2012

Aspettando i Maltesi
Il 14 dicembre il piccolo Comune di Belvì firmerà un accordo di gemellaggio con l'antica capitale marittima di Malta

[Stampa l'articolo]
mail
Condividi su facebook

Il 14 dicembre 2012 il Comune di Belvì firmerà un accordo di gemellaggio con il Comune maltese di Birgu.
Birgu, antica capitale marittima di Malta, è una delle cosiddette ''Tre città'' (oltre a Senglea e Cospicua) che si
affacciano sul Grand Harbour, uno dei porti naturali più belli d'Europa e del mondo. Birgu è conosciuta anche come la
''Città Vittoriosa'', nome che le fu dato dopo la vittoria riportata nel Grande Assedio del 1565, per il coraggio dimostrato
dai suoi abitanti.
Il Comune di Birgu organizza ogni anno il Festival Nazionale dei giochi tradizionali e ha molte cose in comune con il
piccolo centro barbaricino. In entrambi i paesi è molto forte il senso di appartenenza e attaccamento alle tradizioni e, per
entrambe le amministrazioni, la cultura, la storia e le tradizioni sono un importante strumento per conoscere meglio sé
stessi e, allo stesso tempo, promuovere il settore turistico.
Il Comune di Birgu è già gemellato con la città francese di Saint-Tropez e si è recentemente impegnato a gemellarsi con
la città di Amalfi.
Il gemellaggio avverrà nel contesto di un progetto, ''COTOGEN'' (Connecting Towns and Generations through
Dialogue, Culture and Traditional Games), co-finanziato dal Programma Europa per i Cittadini.
L'iniziativa consiste in un incontro tra cittadini maltesi e italiani a Belvì.
Partecipanti provenienti dai più svariati background, e diversi per età, genere, lingua e cultura, avranno modo
incontrarsi, scambiare idee ed opinioni, studiare soluzioni a problemi comuni e conoscere e far conoscere le proprie
tradizioni.
Una delegazione di 26 maltesi sarà ospitata dalle famiglie di Belvì dall'11 al 17 dicembre 2012.
Saranno organizzate diverse attività:
-laboratori, seminari e dibattiti sulla cittadinanza europea, l'ambiente, l'immigrazione, il dialogo intergenerazionale, il
turismo culturale, politiche per giovani e anziani, e lo sviluppo sostenibile;
-giochi tradizionali, ai quali parteciperanno adulti e bambini;
-caccia al tesoro, dove il tesoro è rappresentato dai monumenti.
Cultura, tradizioni e turismo culturale avranno un ruolo centrale per tutta la durata dell'incontro.
In tale occasione i due comuni leggeranno e firmeranno il Giuramento di fratellanza.
La cerimonia di gemellaggio avrà luogo a Belvì, presso l'Anfiteatro Comunale, venerdì 14 dicembre 2012 a partire
dalle ore 16:00.
Obiettivi specifici del progetto sono:
-coinvolgere attivamente i cittadini nel dibattito e nella riflessione su temi comuni come il turismo culturale, la
cittadinanza europea, lo sviluppo sostenibile, l'immigrazione ed il lavoro;
-creare un momento di solidarietà e comprensione reciproca tra culture e generazioni differenti;
-avviare, con la firma del Giuramento di fratellanza, un rapporto di collaborazione: il gemellaggio tra Belvì e Birgu,
infatti, non vuole essere un punto di arrivo, ma l'inizio di un lungo percorso di cooperazione in diversi ambiti.

Info: 0784 628270
claudia.sedda@comune.belvi.nu.it
belvi.sindaco@gmail.com

La Nuova Sardegna

14/12/2012

Belvì e Birgu da oggi più vicini

Il comune sardo e quello maltese firmano un gemellaggio


Tutto è pronto a Belvì per l'accordo di gemellaggio con il comune maltese di Birgu, antica capitale marittima di Malta, una delle cosiddette ''tre città'' oltre a Senglea e Cospicua, della colonna marina maltese. Il comune di Birgu è noto per il festival nazionale dei giochi tradizionali ed ha molte cose in comune con Belvì, con il quale è stata tessuta una fitta rete di scambi culturali. Ne sta nascendo un importante gemellaggio, che stamani si concretizzerà in occasione del progetto, ''Cotogen'', cofinanziato dal Programma Europa per i cittadini. Di qui l'arrivo nel paese di cittadini maltesi, che saranno ospitati dalle famiglie belviesi fino al 17 dicembre. «Cultura, tradizioni e turismo culturale avranno un ruolo centrale per tutta la durata dell'incontro - spiega il sindaco Rinaldo Arangino - e stasera i due comuni leggeranno e firmeranno il giuramento di fratellanza, che li unirà in un percorso comune di ricerca e cultura». Obiettivi specifici del gemellaggio saranno quelli relativi al progetto Cotogen. Ovvero coinvolgere attivamente i cittadini nel dibattito e nella riflessione su temi comuni come il turismo culturale, la cittadinanza europea, lo sviluppo sostenibile, l'immigrazione e il lavoro. «È fondamentale - aggiunge ancora Arangino - creare un momento di solidarietà e comprensione reciproca tra culture e generazioni differenti. Questo, per poter costituire un rapporto di collaborazione duratura. Il gemellaggio tra Belvì e Birgu, infatti, non vuole essere un punto di arrivo, ma l'inizio di un lungo percorso di cooperazione in diversi ambiti e anche con altri comuni». (g.m.)

www.birgu.gov.mt

11/12/2012

The CO-TO-GEN project (Connecting Towns and Generation Through Dialogue, Culture and Traditional Games), part financed by the European Union, done between the village of Belvi, in the heart of Sardinia and the City of Birgu.

On Tuesday 11 December, 2012, a group of twenty-five residents of Birgu departed for the village of Belvi in ​​the heart of Sardinia representing their Local Council that of the City of Birgu, to participate in the project CO-TO-GEN part financed by the European Union taking place between the 11th and 17th of December, 2012.

This group consisting of different age groups, under the guidance of the Vice Mayor, Mr. Trevor Mizzi and Mrs. Moira Azzopardi, employed with the Council, who has also the responsibility of this project, during their stay in this village, have a vast programme of seven days prepared for them.

Upon their arrival in the small village where six hundred and sixty seven people live, the group will be welcomed by the Council of the village of Belvi, as well as by the families hosting the Birgu residents in their homes.

On Thursday 13 December at around half eight in the evening, the Mayor of Birgu, Mr. John Boxall will be joining the group, where together with the Mayor of Belvi, Mr. Rinaldo Arangino, will kick off the traditional Maltese night where typical Maltese food and drinks will be served by the group from Vittoriosa.

This is the second visit of the Mayor of Birgu to this village, where last April, he was invited by the Council of Belvi to visit this village, to see what roots do these localities have in common, and moreover to see what possibilities are there to apply for EU funded projects. Together both localities looked upon starting the procedure to be twinned together. Over the last months, a lot of work by both cities was done to achieve the desired result, that of having the village of Belvi, in the heart of Sardegna, sign a twinning agreement with the Maltese City of Birgu.

It is for this reason, that the Mayor of Birgu, Mr. John Boxall, will return to this village, where on the 14th of December, during a ceremony which will be held in the amphitheatre of this locality, both Mayors will read and sign the twinning rite between the two localities. For this symbolic ceremony, the Vice Mayor and the Councillors of Belvi will be present as well as the residents of this locality, together with the Vice Mayor of Birgu, Mr. Trevor Mizzi, accompanied by the Maltese group. Representatives from the Commission of the European Union together with a number of journalists will also be present.

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto